Novembre 25, 2022
Come prepararsi agli esami di laboratorio

Al fine di ottenere un buon risultato nell’esecuzione degli esami suggeriamo di seguire le indicazioni specifiche per ciascuno di essi. 

Cosa portare al primo accesso:

  • Codice fiscale
  • Documentazione clinica attuale e pregressa se disponibile
  • Ricetta medica se disponibile

Esami del sangue
È consigliato il digiuno dalla mezzanotte ed è permesso bere acqua. Nei giorni che precedono il prelievo si consiglia di seguire il regime alimentare quotidiano, una dieta restrittiva o un’alimentazione molto ricca possono falsare i risultati di laboratorio. E’ inoltre suggerito evitare attività fisica nelle 8-12 ore precedenti al prelievo. Alcune attività come la corsa o la palestra, possono influire sulla determinazione di alcuni valori (CK, LDH, AST ed altri).

Curva glicemica
Il paziente deve presentarsi a digiuno per essere sottoposto ad un primo prelievo del sangue. Successivamente all’assunzione di una precisa quantità di zucchero, saranno effettuati altri 3 prelievi ad intervalli di 30′-60′ l’uno dall’altro (0-30-60-120 minuti) e verranno raccolte urine ai tempi corrispondenti. L’esame non verrà eseguito se la glicemia di base risultasse > 150 mg/ml.

Esami delle urine
Esami delle urine standard
Per l’esame delle urine completo, raccogliere un campione delle urine preferibilmente del primo mattino e consegnarlo al più presto in laboratorio. È consigliabile non eseguire l’esame durante il ciclo mestruale. E’ possibile reperire la provetta per effettuare l’esame direttamente nel Centro Medico.

Raccolta urine delle 24 ore
E’ necessario munirsi di un contenitore della capienza di 2 litri, acquistabile in farmacia. Il contenitore va conservato al fresco per tutto il tempo della raccolta e da questo viene successivamente prelevata una provetta da inviare al laboratorio.

Per eseguire correttamente la raccolta occorre:

  1. Scartare la prima urina del mattino.
  2. Raccogliere, da questo momento in poi, tutte le urine che saranno prodotte nelle successive 24 ore, inclusa la prima del giorno seguente l’inizio della raccolta.

N.B.: Per la determinazione di ACIDO VANILMANDELICO e CATECOLAMINE è necessario che, durante la raccolta, il paziente non assuma: aspirina, banana, dolci alla vaniglia, tè, cioccolato, psicofarmaci.

 

Urocoltura
Il recipiente da usare per la raccolta del campione di urine deve essere sterile e può essere ritirato nel Centro Medico o acquistato in farmacia.

È consigliabile raccogliere la prima urina del mattino, subito dopo essersi alzati dal letto.

Seguire attentamente le seguenti prescrizioni.

  1. Eseguire un’accurata pulizia locale;
  2. Scartare il primo getto di urina;
  3. Raccogliere l’urina direttamente nel contenitore avendo cura di non toccare le pareti interne;
  4. Chiudere bene il contenitore e portarlo entro le ore 10 in laboratorio.

 

Specificare se la donna è in gravidanza o se le urine sono state raccolte mediante catetere.

 

Esami delle Feci
Esami delle Feci: ricerca dei parassiti
Raccogliere una piccola quantità di feci e porla in un contenitore pulito (esistono contenitori muniti di paletta). Il campione non deve essere contaminato da urina.

N.B.: è opportuno che il paziente non sia sottoposto a terapia antibatterica o antielmintica.

 

Esami delle Feci: ricerca del sangue occulto
Raccogliere una piccola quantità di feci e porla in un contenitore pulito (esistono contenitori muniti di paletta). Il campione non deve essere contaminato da urina. L’esame è specifico per il sangue umano, quindi non è necessaria alcuna dieta mentre è opportuno evitare il periodo mestruale.

 

Esami delle Feci: esame colturale (coprocoltura)
Raccogliere una piccola quantità di feci e porla in un contenitore pulito (esistono contenitori muniti di paletta). Il campione non deve essere contaminato da urina e va consegnato al più presto in laboratorio.

N.B.: è opportuno che il paziente non sia sottoposto a terapia antibatterica o antielmintica.

 

Esami Batteriologici
Per tutti gli esami batteriologici è opportuno che il paziente non sia sottoposto a terapia antibiotica.

 

Tampone vaginale, vagino-cervicale, rettale, vulvare
Non eseguibile durante il periodo mestruale. È opportuno evitare rapporti sessuali nelle 24 ore che precedono l’esame.

Tampone uretrale
È necessario evitare di urinare nelle 4-5 ore che precedono l’esame.

 

Tampone faringeo e tonsillare
Si esegue a digiuno e senza essersi lavati i denti a meno che non ci sia una sintomatologia clinica evidente (placche, febbre, mal di gola).

 

Tampone nasale, congiuntivale e auricolare
Non è necessaria alcuna preparazione.

 

Esami Citologici
Citologia urinaria
E’ possibile reperire la provetta per effettuare l’esame direttamente nel Centro Medico. Il campione d’urina che deve essere sottoposto a esame citologico deve essere raccolto secondo le seguenti modalità:

  • Eliminare l’urina notturna
  • Bere circa mezzo litro di acqua (non gassata o tè)
  • Raccogliere la prima minzione dopo la somministrazione di liquidi in contenitore dedicato per la raccolta di campioni urinari
  • È opportuno svolgere questo esame per tre mattine successive

Esame citologico di espettorato
Il campione di espettorato deve pervenire al laboratorio nel più breve tempo possibile e raccolto secondo le seguenti modalità:

  • Risciacquare abbondantemente la bocca con acqua.
  • Somministrare al paziente, con controllo del medico curante, dei farmaci espettoranti.
  • Espettorare direttamente in contenitore sterile dedicato.

Pap test
Non eseguibile durante il periodo mestruale. E’ opportuno evitare rapporti sessuali nelle 24 ore che precedono l’esame e non applicare ovuli e/o creme nelle 72 ore precedenti.

by operatore
Chi siamo
Il primo Centro Medico e Odontoiatrico a San Zenone degli Ezzelini specializzato nella cura globale e biointegrata della persona.
Iscriviti alla newsletter
Seguici sui social
Segui il nostro Instagram
Articoli più recenti
Precedente
Successivo