Ortottica infantile

COS’È L’ORTOTTICA

L’ortottica è una specializzazione dedicata alla identificazione precoce e alla prevenzione delle malattie dell’occhio, specialmente nel bambino. Il suo scopo è quello di evitare l’insorgenza di problemi di vista gravi, che possano compromettere irrimediabilmente la salute del paziente.
L’ortottista opera a stretto contatto con l’oculista e successivamente con l’ottico per la prescrizione di dispositivi visivi (es. occhiali).

Perché fare la visita dall’ortottista?

La visita ortottica è altamente consigliata a tutti i bambini, perché attraverso esami mirati e non invasivi si possono prevenire molte patologie piuttosto comuni che se non curate in tempo possono portare a problematiche di postura e di muscolatura oltre a compromettere ovviamente la vista del paziente.

I DISTURBI DELL’OCCHIO

Le principali problematiche individuabili con la visita ortottica sono:

  • Strabismo
  • Astigmatismo
  • Miopia
  • Ipermetropia
  • Difetti congeniti come ptosi, cataratta, anomalie retiniche

I SINTOMI PERCEPITI

Sintomi e disturbi visivi per cui sia utile una visita Ortottica

  • Visione annebbiata
  • Strofinamento occhi
  • Strizzamento palpebre
  • Fastidio alla luce
  • Difficoltà a percepire la profondità
  • Visione a distanza ravvicinata (anche di dispositivi video)
  • Visione doppia di oggetti

FATTORI COLLEGATI A DISTURBI DELLA VISTA

Altri disturbi riconducibili ad un difetto visivo per cui sia indicato rivolgersi ad un Ortottista

  • Mal di testa
  • Torcicollo
  • Problemi di orientamento (se il bambino inciampa spesso o è maldestro)
  • Distrazione
  • Irrequietezza
  • Stanchezza nello svolgere i compiti

Perché l’Ortottista e non l’Oculista?

L’oculista approfondisce solitamente le patologie più gravi degli occhi e in fase più avanzata di età, una visita dall’ortottista permette un’individuazione precoce del problema, garantendone una risoluzione tempestiva e quindi spesso più efficace. È inoltre meno costosa perché non richiede esami invasivi né
somministrazione di farmaci.
Un problema grave (per esempio per lo strabismo o la miopia congenita) riscontrato dall’ortottista sarà poi curato dall’oculista. Il monitoraggio poi, potrà essere svolto ancora dall’ortottista; per i problemi
meno gravi come la miopia lieve, basterà la semplice valutazione ortottica.

Come si svolge la visita ortottica?

Viene valutato il sistema visivo in modo completo. Si analizzano sia l’aspetto sensoriale che motorio
dell’occhio. Si è così in grado di individuare con precisione qualsiasi anomalia, Attraverso una serie di esami
non invasivi svolti in un’unica seduta
La prima visita agli occhi andrebbe fatta già a 6 mesi di vita, quando il sistema visivo ha già raggiunto una
maturazione quasi completa. A 4-5 anni di vita l’occhio è infatti già considerato adulto, mentre il resto del
corpo subisce una trasformazione molto più lenta. Proprio per questo moltissime problematiche riscontrate
in età scolare o adulta, difficilmente si possono curare completamente, poiché il sistema visivo è già maturo
e non è più in grado di migliorare. Sarebbe quindi opportuno fare il primo screening visivo
pediatrico entro il primo anno di vita del bambino e fare poi un controllo almeno una volta all’anno fino ai 5
anni di vita, in modo sa poter correggere in maniera efficace qualsiasi eventuale difetto di vista.
Per fare la diagnosi ai bambini, in Kairas viene usata un’apparecchiatura di altissima rilevanza e
sicurezza chiamata Plusoptix. Moltissimi studi e test hanno certificato questa tecnologia non
invasiva come la più efficace. Vengono poi eseguiti altri test per valutare con precisione tutti gli aspetti
della visione.

E’ importante ricordare che molti difetti di vista possono essere ereditari, per cui Se esistono in famiglia
problematiche agli occhi come miopia, astigmatismo e strabismo è assolutamente necessario intervenire
da subito, per limitare il decadimento della vista e molte altre problematiche che si creerebbero
con la crescita.

I tempi di cura?

I tempi dipendono molto dal tipo di problema e da quando questo viene identificato. La visita ortottica
cerca proprio di identificare il problema in modo tempestivo e accurato, garantendo la miglior cura
possibile, nel modo meno invasivo possibile, facendo sviluppare al paziente una equilibrio autonomo,
cercando di
non adottare apparecchi visivi e farmaci. I problemi gravi invece sono trattati doverosamente con
le necessarie cure talvolta anche chirurgiche dai professionisti competenti.

Quanto costa una visita Ortottica?

È anche l’accessibilità alla visita, con un costo molto contenuto, che aiuta a prevenire molte problematiche. Solitamente è sufficiente un controllo annuale per tenere monitorata in modo adeguato la condizione del paziente.

Perchè scegliere Kairas?

La filosofia del Centro Salute Persona Kairas, mette per l’appunto al centro il benessere psicofisico che è spesso fatto di un’integrazione di discipline.
Spesso capita di trovare rimedi alle problematiche riscontrate, facendo interagire medici competenti su materie diverse arrivando alla soluzione completa.
L’ortottica è una disciplina medica che rientra esattamente nel percorso che
Kairas sta portando avanti con i suoi pazienti e con risultati soddisfacenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…